BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

INDIA/ Faida familiare, padre decapita la figlia di otto anni

Pubblicazione:martedì 5 agosto 2014

Immagine d'archivio Immagine d'archivio

Ha decapitato la figlia, poi ha messo la testa all’esterno della casa nel villaggio di Gharana, nel distretto di Poonch. È accaduto nel Kashimir indiano. L’uomo, Zakir Hussain, è stato arrestato con l’accusa di omicidio. La bambina, Masarat Naz, aveva otto anni e, secondo le prime ricostruzioni, sarebbe stata vittima di una faida famigliare. Secondo quanto dichiarato da Shamsher Hussain, sovrintendente della polizia locale, "il corpo separato dalla testa di Masarat Naz e' stato trovato ieri sera all'esterno della sua casa nel remoto villaggio di Gharana, nel distretto di Poonch". Hussain ha aggiunto che l’uomo è stato arrestato per omicidio, e che, secondo le prime indagini, “la bambina sarebbe stata vittima di una faida famigliare”. Un omicidio che si aggiunge a quello di una undicenne, che è stata prima stuprata e poi uccisa e abbandonata in un campo di Gurgaon. La giovane vittima apparteneva a una famiglia di lavandai ed era scomparsa il 3 agosto, mentre era andata a consegnare dei panni vicino casa. Sul corpo sono stati trovati segni di strangolamento. Probabilmente la giovane vittima è stata violentata da un gruppo di uomini e poi è stata strangolata. Al momento sono in corso le indagini: la polizia sta sentendo diversi testimoni e sta cercando indizi. Secondo una prima ricostruzione, la bambina sarebbe stata caricata su un’auto e poi buttata nel campo.

(Serena Marotta)



© Riproduzione Riservata.