BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

AUSTRALIA/ Padre di due gemelli surrogati accusato di abusi sessuali

Un australiano, che ha avuto due gemelli con la fecodnazione surrogata, è adesso accusato di abusi sessuali sui due bambini. Ecco di cosa si tratta in questa news

Immagine di archivio Immagine di archivio

Due gemelli, avuti con una donna thailandese. E' un uomo australiano, le cui generalità non sono state rese note, su cui pende l'accusa di aver abusato dei due bambini quando avevano meno di dieci anni di età. A casa dell'uomo, che ha negato ogni accusa, è stato trovato anche materiale pedo pornografico. Si conoscono però le generalità della donna thailandese, Siriwan Nitichad. La donna era stata incoraggiata a offrirsi per il parto surrogato da un suo parente e anche dal padre la quale ha raccontato di aver incontrato la coppia australiana, definita piuttosto anziana, e che lui desiderava enormemente di avere un figlio. I due pagarono 5500 dollari per il servizio promettendo di pagare altri soldi visto che lei aveva provveduto agli ovuli mentre lo sperma era dell'australiano, ma i soldi in più non vennero mai dati. Nacquero due gemelli con qualche problema di salute, tanto che rimasero con la madre surrogata per quasi sei mesi: la donna aveva anche intenzione di tenerli con lei, visto l'affetto che ormai provava per i due bambini, ma la coppia li portò in Australia. In seguito l'uomo, rimasto disoccupato, venne anche lasciato dalla moglie per comportamento violento e dei due bambini si cominciò a parlare in termini di violenze subite, fino alla denuncia vera e propria. 

© Riproduzione Riservata.