BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ISIS/ La maxi-coalizione per combattere il terrorismo: ecco i dieci paesi che si alleano con Obama

Pubblicazione:giovedì 11 settembre 2014

foto: Infophoto foto: Infophoto

"L'obiettivo è chiaro: indebolire e distruggere l'Isis con una strategia antiterrorismo articolata e prolungata". E' il piano del presidente Usa Barack Obama, il quale ha annunciato la creazione di una maxi-coalizione composta da dieci Paesi arabi che si impegneranno in questa lotta. L'alleanza è formata da Arabia Saudita, Bahrein, Emirati Arabi, Kuwait, Qatar, Oman, Egitto, Iraq, Giordania e Libano. “Non saranno coinvolte truppe americane sul suolo straniero”, ha chiarito il numero uno della Casa Bianca. "La campagna che stiamo per iniziare - ha aggiunto - sarà uno sforzo continuo e senza sosta per eliminare la minaccia dell'Isis ovunque si trovi, utilizzando la nostra potenza aerea e sostenendo le forze alleate sul campo. Questa strategia è quella che abbiamo perseguito con successo in Yemen e in Somalia per anni". Quindi, ha avvertito Obama, servirà del tempo "per sradicare un cancro come l'Isis". Intanto il ministro degli Esteri di Londra, Philip Hammond, ha fatto sapere che "la Gran Bretagna non parteciperà ai raid aerei contro l'Isis in Siria". Una posizione che non sarà rivista. Il primo ministro David Cameron ha detto di “non escludere nulla” su una probabile azione militare contro l’Isis. Mosca si dice contraria ad un eventuale attacco Usa in Siria senza in benestare del Consiglio di Sicurezza dell’Onu e definisce l’azione “un’aggressione”. Damasco ha definito l’impegno di Obama “non serio” e “contraddittorio”. (Serena Marotta)



© Riproduzione Riservata.