BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

STATO ISLAMICO/ Castagnetti: Obama non lo dice ma deve allearsi con Assad...

Barack Obama (Infophoto)Barack Obama (Infophoto)

Il problema è che quando si mandano dei soldati per prima cosa bisogna avere degli obiettivi da raggiungere. Poi va spiegato alla gente quali sono questi obiettivi. E' ovvio che non possiamo pensare di andare e venire via dopo dieci anni credendo di aver creato un Afghanistan democratico. E' follia.

 

Perché? 

Per cambiare la cultura di un paese ci vogliono trecento, quattrocento anni. Possiamo aiutarli facendo le strade, cosa che non è stata fatta; possiamo fare le dighe, cosa che non è stata fatta; possiamo fare le centrali elettriche, cosa che non hanno fatto. Possiamo ricostruire un esercito, cosa che è stata fatta con delle difficoltà. Abbiamo avuto difficoltà anche a costituire una forza di polizia, perché il poliziotto è visto dal contadino come un ladro, non c'è nella loro cultura la figura del poliziotto. Tutto questo non è stato spiegato. Poi qualcuno dice che è stato un fallimento, ma non è vero, non sono stati spiegati gli obiettivi che si intendevano raggiungere.

 

L'Italia si limiterà a mandare armi, che ne pensa?

Il guaio anche in Italia è che quando si mandano soldati la politica tende a dimenticare il problema, ma nessun problema al mondo può essere risolto dal soldato. Sono tutti problemi politici. I soldati sono una componente delle forze che intervengono, la politica tende a dimenticarlo.

 

Ma del nostro intervento che ne dice? Comporterà dei rischi?

Abbiamo armi che non usiamo più, ad esempio un sacco di mortai dismessi (ed è un errore perché è arma ancora efficacissima). Si possono dare, però anche lì poi bisogna addestrare chi li usa. Anche qui mi sembra un intervento di facciata.

 

L'Italia sarà obiettivo di attentati per questo nostro aiuto?

Questo è un pericolo che ci sta sempre. Noi siamo un paese cristiano quindi siamo già nel mirino. Se diamo armi dicono poi che siamo d'accordo. Mandare soldati sarebbe comunque una follia, non è un territorio per noi. Anche mandare i soldati dell'Onu sarebbe una follia. L'Onu si manda quando c'è una linea di confine fra due duellanti, qua non c'è alcun confine.


(Paolo Vites) 

© Riproduzione Riservata.