BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

DIARIO ARGENTINA/ 2015, la fine del tunnel che può "liberare" il Paese

Cristina Kirchner (Infophoto) Cristina Kirchner (Infophoto)

Ecco, la salvezza dell’Argentina sta proprio in questo: liberarsi da politiche che di populista hanno solo il nome e iniziare un dialogo che faccia uscire il Paese dal tunnel. A questo proposito molte cose si stanno muovendo e i lettori del Sussidiario ne avranno a breve un ampio resoconto attraverso interviste fatte con personaggi che sono direttamente implicati in questo cambiamento: dall’economista Carlos Melconian, al Premio Nobel per la Pace Perez Esquivel, dall’ingegnere Carrasco, titolare di diverse indagini su malversazioni nel settore dei trasporti, al Professor Antonio Martino e gli autori di un libro “ Gli altri morti” (“Los otros muertos”) Carlos Manfroni e Victoria Villarruel. Perché si sta aprendo pure una rivisitazione corretta di un periodo storico sinistro della storia Argentina: quello della dittatura militare, anni la cui memoria e documentazione sono state vissute a senso unico spesso facendosi scudo dei diritti umani per mascherare politiche di ladrocinio puro, come negli ultimi 12 anni della storia di questo Paese. A noi molto vicino per molti aspetti, ma anche sconosciuto, perché basato su stereotipi che, in nome della sussidiarietà di questa testata, è giunto il momento di abbattere per favorire l’unica cosa che può salvarci da tutte le crisi: il dialogo maturo e reciproco, in nome del benessere comune.

© Riproduzione Riservata.