BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

ISIS/ Sventato piano terroristico: quindici arresti in Australia

Arrestati 15 jihadisti in Australia: volevano rapire e decapititare un uomo. Il loro piano è stato sventato dalla polizia australiana, che ha sequestrato diversi documenti

foto: Infophotofoto: Infophoto

Il piano era di rapire dei civili, avvolgerli in una bandiera del gruppo terroristico e decapitarli. Poi il video dell’esecuzione sarebbe stato postato sul web. Stavolta il teatro dell’azione dell’Isis è l’Australia, dove la polizia ha sventato un piano terroristico arrestando quindici jihadisti. L’operazione ha visto i militari in azione in diverse località del Paese, tra cui Sidney e Brisbane. Ha confiscato numerosi documenti ritenuti utili ai fini delle indagini. La polizia, all’inizio del mese, ha arrestato M.A.B., di 33 anni, un ex buttafuori in un night, arruolatosi nell’Isis e che attualmente si troverebbe in Siria o in Iraq. Un’australiano, ma questa è una notizia non confermata, avrebbe provato la sua fedeltà ai miliziani decapitando personalmente quattro “traditori”. Secondo recenti rapporti dell’intelligence, nel Paese sarebbero presenti una sessantina di australiani appartenenti alle file dell’Isis. Su twitter, sono finite le foto di due jihadisti che mostravano le teste mozzate di alcuni soldati siriani a Raqqa. I due jihadisti sono stati incriminati dalla giustizia australiana. La conseguenza delle indagini, è stata che l’Australia ha deciso di aderire alla coalizione Usa, schierando 6 caccia F 18 negli Emirati Arabi in vista di possibili raid. Poi, da alcune settimane, sono stati aumentati i controlli da parte dell’antiterrorismo. (Serena Marotta)

© Riproduzione Riservata.