BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

UCRAINA/ Jean: grazie a Obama ora Putin minaccia (per davvero) l'Europa

Angela Merkel con Vladimir Putin (Infophoto) Angela Merkel con Vladimir Putin (Infophoto)

Il problema è che il nostro ministro degli Esteri, la signora Mogherini, confonde la risolutezza con la provocazione. Essere risoluti non significa provocare nessuno. All'inizio della crisi ucraina, quando è stata invasa la Crimea, se l'Europa avesse schierato forze armate in Romania dicendo che si sarebbe intervenuti, Putin si sarebbe dato una calmata. In assenza di qualunque presa di posizione e reazione, facendo un bla bla diplomatico e quelle inutili sanzioni, si è pensato solo a una soluzione politica. Ma cosa significa la soluzione politica se non arrendersi a Putin?

 

E' dunque troppo tardi?

Ci si doveva muovere subito, adesso è troppo pericoloso anche per Putin per il quale è difficile fare un passo indietro.

 

Se si concede a Putin questa Nuova Russia in Ucraina, che lui stesso ha proclamato, pensa che si fermerà? 

Con la presa della Crimea ormai la Russia ha perso l'Ucraina, perché, come detto prima, l'Ucraina si difenderebbe fino alla morte.

 

Lo scenario di una guerra europea è dunque fantascienza o possibilità?

La storia non è mai del tutto razionale e prevedibile. Spesso si fanno degli errori. Le guerre mondiali sono scoppiate sostanzialmente per causa di alcuni errori, e quindi la probabilità di una guerra in Europa non è da escludere anche se l'esistenza delle armi nucleari e della Nato la rende improbabile.

 

In tutto questo scenario che ruolo gioca l'Italia? 

L'Italia non gioca nessun ruolo. La signora Mogherini non è il ministro degli Esteri dell'Unione europea, quello è Angela Merkel, l'unica che conta. Il problema è che la Germania e gli Usa non si mettono d'accordo, altrimenti ci sarebbero maggiori possibilità di risolvere la crisi.

 

Qual è il punto di non accordo tra Germania e Russia?

Il punto di non accordo è il fatto che mentre la Merkel è disponibile a un accordo con la Russia per una costituzione federale dell'Ucraina, gli Usa non sono disponibili perché Obama ha un occhio sempre puntato all'opinione pubblica interna ed è già accusato di debolezza in politica estera. Se cede a Putin il suo livello di consensi si abbasserebbe ulteriormente.

© Riproduzione Riservata.