BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

CINA/ Demolite due chiese cattoliche, rimossa la croce dal tetto di un terzo edificio

Due chiese demolite e la croce di una terza abbattuta in tre diverse province cinesi. Continua l'opera di demolizione di edifici religiose, distrutte un centinaio di chiese

Foto InfoPhotoFoto InfoPhoto

Continua l'opera di demolizione di chiese ed edifici religiosi in Cina, con le più diverse scuse. Tempo fa era partita una campagna di abbattimento delle croci dai tetti delle chiese perché risultavano troppo in alto, e dunque troppo visibili. Adesso, adottando la scusa dell'utilizzo dei terreni per piani di sviluppo commerciale sono state demolite per intero due chiese. E' accaduto in tre diverse province, a opera dunque di tre diversi governi che evidentemente concordano a livello centrale con la demolizione degli edifici religiosi. In un caso, il parroco di una delle chiese che cercava di fermare i bulldozer, come riporta l'agenzia Asianews, è stato arrestato dalla polizia. Curioso poi che le due chiese in due territori così distanti siano state distrutte nello stesso giorno: quella di Jinxi nella provincia dello Hunan e quella della Vergine di Jingdezehen nella provincia di Jianngxi infatti sono state demolite a poche ore di distanza lo scorso 15 settembre, Anche la croce abbattuta dalla chiesa di Jingtou nella provincia di Zhejiang è stata abbattuta lo stesso giorno. A oggi, dopo diversi mesi, sono un centinaio le chiese abbattute dai vari governi locali cinesi.  

© Riproduzione Riservata.