BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

FESTA DI SAN PATRIZIO/ New York, dal prossimo anno sfileranno anche i simboli gay

da quest’anno sfileranno anche i gay con i loro striscioni. Una novità per la Festa di San Patrizio a New York dopo decenni di proteste, polemiche e battaglie legali.

foto: Infophotofoto: Infophoto

Bande musicali con cornamuse, ballerini tradizionali irlandesi, politici e da quest’anno sfileranno anche i gay con i loro striscioni. Una novità per la Festa di San Patrizio a New York dopo decenni di proteste, polemiche e battaglie legali. Si tratta di una vittoria per il sindaco Bill de Blasio, che è stato il primo sindaco in venti anni ad astenersi dalla manifestazione reputata discriminatoria e che aveva deciso di boicottare anche il prossimo anno. Anche il sindaco di Boston Marty Walsh si rifiutò nel 2014 di marciare in parata il giorno di San Patrizio a causa del divieto di partecipazione dei gay. In pratica in passato gli omosessuali potevano partecipare alla parata, ma solo con altri gruppi e senza striscioni che li identificava come omosessuali. I direttori della parata hanno votato all’unanimità la partecipazione dei gay. Dal prossimo anno saranno 320 i gay che sfileranno sulla Quinta Strada. Guinness e Heineken torneranno adesso a sponsorizzare l’evento. (Serena Marotta)

© Riproduzione Riservata.