BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ABORTO/ Malta, il presidente della Repubblica: no alla legalizzazione

Il neo eletto presidente della Repubblica maltese ha assicurato le organizzazioni pro life che il suo governo non firmerà mai la legalizzazione dell'aborto, ecco cosa ha detto

Immagine di archivio Immagine di archivio

Marie Louise Coleiro Preca, da poco eletta presidente della Repubblica di Malta, incontrando alcuni rappresentanti del movimento per la vita, ha promesso loro che il suo governo non legalizzerà mai l'aborto. Sono personalmente del tutto contraria, ha detto ai rappresentanti di 45 diverse organizzazioni, e come presidente non firmerò mai una legge che permetta l'interruzione della gravidanza. A Malta inoltre pillole come la RU-486 e la cosiddetta pillola del giorno dopo sono vietate, nonostante questo negli ultimi anni diversi metodi contraccettivi sono diventati di largo uso. Nonostante infatti il 98% della popolazione si dichiari ancora cattolica, la presenza dei cristiani alle liturgie e alla vita attiva nella Chiesa negli ultimi anni è drasticamente calata. Inoltre nel periodo che va dal 2002 al 2011, 592 donne maltesi si sono recate in Inghilterra ad abortire. Su una popolazione totale di 420mila abitanti, si tratta di un numero notevole mentre non è noto, sebbene sia certo venga fatto, quante donne maltesi si rechino ad abortire in Italia.

© Riproduzione Riservata.