BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CASO MARO'/ L'esperto: ora Girone e Latorre sono un problema per l'India…

Pubblicazione:martedì 9 settembre 2014

I marò Massimiliano Latorre e Salvatore Girone (Infophoto) I marò Massimiliano Latorre e Salvatore Girone (Infophoto)

Io mi immagino che previo un affidavit italiano che il nostro governo reo sia pronto a dare che dice che restituirà Latorre probabilmente il marò potrebbe nel corso del mese di settembre rientrare in Italia.

 

Dell'altro marò però non se ne parla e il tentativo di non restituirli lo abbiamo già fatto, e malamente, una volta.

Dell'altro marò non se ne parla proprio, non c'è nessuna ragione. Quello di Latorre è un caso di pericolo di vita, può avere una recidiva e rischiare di morire. Noi abbiamo fatto un a pessima figura al tempo perché fu l'autorità politica a dire che non avrebbe restituito i marò.

 

Che si sarebbe invece dovuto fare?

Personalmente non ho mai capito come mai la magistratura italiana non intervenne. Avrebbe potuto dire che in maniera cautelativa viste le accuse su di loro di omicidio tratteneva i passaporti e il governo non avrebbe potuto dire niente.

 

Perché?

Perché come la magistratura indiana continua a dire da due anni e mezzo, anche la nostra magistratura è indipendente in quanto siamo in uno stato di diritto. 

 

In conclusione, che previsioni fa?

Il caso è diventata una patata bollente pure per il governo indiano. I due marò sono un problema per l'India che adesso ha fatto le sue elezioni e ha un nuovo governo estraneo ai fatti. Il tempo passa ed è contro l'India, neanche la nostra giustizia che è notoriamente lenta in due anni non formula neppure l'accusa. Le conseguenze di immagine per l'India sono pesanti, senza contare che l'Unione europea con il ministro Mogherini può muoversi in modo decisivo contro l'India stessa.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.