BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

INDIA/ Chiusa per tre anni nel bagno perché aveva partorito una femmina, è quasi cieca

Una donna indiana è stata tenuta rinchiusa al buio per tre anni nel bagno di casa per aver partorito una figlia femmina anziché maschio, ecco cosa è successo

Immagine di archivioImmagine di archivio

Per tre anni è stata rinchiusa quasi del tutto al buio in un gabinetto della casa, sua colpa quella di aver partorito una figlia femmina anziché un maschio. Non solo: la donna, oggi 25 anni, è stata torturata sistematicamente sin dal giorno del suo matrimonio nel 2010 perché non era stata in grado di portare una ricchezza ritenuta sufficiente come dote di nozze benché dal 1981 in India la pratica sia considerata illegale. Per tutti questi tre anni di detenzione inoltre non le è stato mai permesso di vedere la figlia che aveva partorito e che oggi non la riconosce. Le sue condizioni fisiche erano gravissime, non avendo mai avuto diritto a una sufficiente igiene e nutrizione e adesso non è praticamente in grado di stare alla luce del sole, essendo quasi cieca. Marito e suoi genitori sono stati tutti arrestati. 

© Riproduzione Riservata.