BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TERRORISMO/ Herzog (Haaretz): l'Isis vuole uccidere Papa Francesco

Pubblicazione:martedì 13 gennaio 2015

Papa Francesco (Infophoto) Papa Francesco (Infophoto)

Ciò che caratterizza tanto Al Qaeda quanto l’Isis è l’odio verso qualsiasi religione che non sia l’Islam sunnita. All’interno dello stesso mondo musulmano hanno compiuto attentati contro gli sciiti, e lo Stato Islamico è noto per l’aspro trattamento riservato ai cristiani nei suoi territori, dove sono costretti a scegliere tra pagare una tassa, convertirsi all’Islam o essere uccisi. Al Qaeda e Isis si sentono in guerra con tutte le altre religioni del mondo, e non smetteranno di colpire degli obiettivi occidentali. Anzi hanno già invitato i musulmani che vivono in Europa ad attivarsi al loro fianco. Sui loro siti web e social network, Stato Islamico e Al Qaeda invitano i musulmani in Occidente a compiere azioni che colpiscano la società in cui vivono, sia essa quella australiana, francese, italiana o di qualsiasi altro Paese europeo.

 

Il Papa ha espresso il suo desiderio di visitare l’Iraq. Quali rischi può presentare questo viaggio?

Dal punto di vista della sicurezza, lo sconsiglierei di compiere questa visita perché potrebbe mettere a rischio la sua vita. Lo Stato Islamico controlla Mosul, e potrebbe fargli del male se il Santo Padre decidesse di avvicinarsi. Il Califfato non ha alcun rispetto per i leader delle altre religioni, incluso il Papa cui fanno capo 1 miliardo e 100 milioni di credenti. Da un punto di vista simbolico per l’Isis un attentato al Papa avrebbe un valore simbolico immenso, e farebbero di tutto per colpirlo. Non consiglierei quindi a Papa Francesco di compiere questo viaggio, anche perché ci sono molti altri modi attraverso cui può mostrare la sua solidarietà a quanti vivono sotto la minaccia dei gruppi jihadisti.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.