BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

MATTHEW GARDINER / Australia, il leader laburista si unisce ai curdi per combattere l'Isis

Matthew Gardiner, leader del partito laburista del Northen Territory australiano, è partito per unirsi ai combattenti curdi contro i miliziani dell’Isis. 

Matthew Gardiner Matthew Gardiner

Matthew Gardiner, leader del partito laburista del Northen Territory australiano, è partito per unirsi ai combattenti curdi in Siria contro i miliziani dell’Isis. L’uomo, 43 anni, oggi è stato sospeso dalla carica di presidente del partito, come spiega un comunicato del Labor. Gardiner è riuscito a lasciare il Paese perché non faceva parte della lista di persone da controllare. L’uomo ha combattuto negli anni Novanta nell’esercito australiano come ingegnere in Somalia. Non si sa quanti australiani si siano uniti all’esercito curdo, ma si conosce il numero di quelli che stanno al fianco dell’Isis e che sono 90 cittadini australiani. Intanto un portavoce del Procuratore generale, George Brandis, ha fatto sapere che è vietato ai cittadini australiani appoggiare qualsiasi esercito in Siria, anche se si combatte contro un nemico comune. «È illegale combattere in Siria al fianco di qualsiasi schieramento del conflitto», ha riferito il portavoce. «Se si partecipa illegalmente a conflitti all’estero si rischia fino all’ergastolo al rientro in Australia», ha spiegato. Nessun commento alla notizia da parte della polizia federale perché adesso c’è un’indagine in corso. (Serena Marotta)

© Riproduzione Riservata.