BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CHARLIE HEBDO/ Parigi, ristorante ebraico, blitz delle forze speciali: morti quattro ostaggi

Pubblicazione:venerdì 9 gennaio 2015 - Ultimo aggiornamento:venerdì 9 gennaio 2015, 18.19

Foto InfoPhoto Foto InfoPhoto

CHARLIE HEBDO, NUOVO ATTACCO A PARIGI: MORTI QUATTRO OSTAGGI -  Sarebbero quattro gli ostaggi rimasti uccisi nel blitz che ha portato all'uccisione di Amedy Coulibaly, il terrorista islamico che oggi aveva fatto irruzione in un mercato ebraico del sud di Parigi. L'attacco è scattato in contemporanea con quello contro i due fratelli autori della strage alla redazione di Charlie H., anche loro uccisi dalle forze di polizia. E' un bilancio tragico che chiude una delle giornate più drammatiche vissute dalla capitale francese in tempi recenti. Da capire adesso le dinamiche del blitz, se a uccidere gli ostaggi sia stato il terrorista o siano rimasti uccisi nel combattimento.

CHARLIE HEBDO, NUOVO ATTACCO A PARIGI: ASSALITO NEGOZIO EBRAICO - Praticamente in contemporanea, le forze speciali francesi hanno avuto ragione di tutti i terroristi, i due autori della strage al giornale e anche quello che oggi pomeriggio aveva preso in ostaggio diverse persone in un ristorante ebraico della capitale. Azioni velocissime e soprattutto che però non hanno potuto evitare la morte di un ostaggio a Parigi. Amed Coulibaly, il terrorista appartenente alla stessa cellula dei fratelli Kouachi, aveva fatto irruzione in un negozio del sud di Parigi prendendo cinque ostaggi tra cui un neonato. Aveva minacciato di ucciderli se la polizia avesse attaccato i suoi complici. Evidentemente si è deciso di agire in contemporanea, forse per evitare che sapesse quello che succedeva.

CHARLIE HEBDO, NUOVO ATTACCO A PARIGI: ASSALITO NEGOZIO EBRAICO - Ci sarebbe anche un neonato tra le cinque persone tenute in ostaggio da Amedy Coulibaly, l’uomo che si è rinchiuso oggi in un negozio kosher alla Porte de Vincennes di Parigi, proprio mentre a circa 50 chilometri di distanza le forze speciali francesi stanno tentando di catturare i due fratelli responsabili della strage alla sede di Charlie Hebdo. Sembra che Coulibaly, 32 anni, sia lo stesso terrorista che ieri ha ucciso una poliziotta in una sparatoria a Montrouge, a sud della capitale. "Sapete chi sono! Sapete chi sono!", ha gridato oggi agli agenti prima di aprire il fuoco e barricarsi nel locale parigino con cinque ostaggi.

PARIGI, ATTACCO A RISTORANTE EBRAICO - Mentre nel nord della Francia i due fratelli autori della strage alla rivista Charlie Hebdo sono sotto assedio, Parigi ripiomba nell'incubo. Un uomo, identificato poi come membro della stessa cellula jihadista dei fratelli Kouachi, ha assalito un ristorante ebraico e preso molti ostaggi. Si tratterebbe dello stesso uomo che ieri aveva ucciso una poliziotta sempre a Parigi. Si chiama Amedy Coulibaly, ha 32 anni ed è di origini africane uscito di prigione solo due mesi fa, in quanto coinvolto in passato in spaccio di droga e violenze varie e nel tentativo di far evadere un terrorista islamico. L'uomo, armato con due kalashinkov, si è chiuso nel locale dopo aver preso diversi ostaggi. L'episodio è avvenuto nella zona sud di Parigi, a Porte de Vincennes. Nella sparatoria conseguente all'assalto ci sono stati anche due morti. Dunque l'incubo terrorismo continua a Parigi, una città sotto attacco continuato del terrorismo islamico. Ci si chiede a questo punto se altri episodi analoghi a questi possano verificarsi nelel prossime ore.



© Riproduzione Riservata.