BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

SCENARI/ Dalla Libia alla Siria, l'asse Londra-Parigi è il funerale d'Europa

InfophotoInfophoto

Lo escluderei. Putin non è tanto impegnato contro l'Isis ma a stabilizzare gli interessi russi in Siria, tanto è vero che  russi stanno colpendo ogni tipo di oppositore di Assad. Dallo scoppio della rivolta l'occidente non ha avuto un solo credibile candidato che possa essere accettato come interlocutore dai siriani ed ecco che Putin si prende questo ruolo.

 

Quale scenario immagina a breve termine?

Vorrei che non mi si facesse più questa domanda, dobbiamo smetterla di pensare a prospettive a breve termine. O ci abituiamo a ragionare a medio e lunghissimo termine e ci attrezziamo in questo senso, o verremo spazzati via. Questo potrà insinuare timore nel cittadino, ma abbiamo il dovere morale di non premere in giro e dire le cose come stanno. 

© Riproduzione Riservata.