BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ISIS & USA/ L'imam di Phoenix: ho provato a dissuadere dei terroristi ma non ce l'ho fatta...

Pubblicazione:sabato 21 novembre 2015

Infophoto Infophoto

Mi sono sentito frustrato, perché il modo in cui parlavano agli altri era priva di qualsiasi rispetto. Parlando con loro emerge inoltre quanto sia superficiale la loro comprensione della fede musulmana e il loro modo di argomentare. In alcuni casi è possibile aiutarli a vincere i pregiudizi. Con altri invece puoi andare avanti a parlare per ore, ma loro non fanno altro che sorridere beffardi senza per questo cambiare idea.

 

Molti imam non hanno preso una chiara posizione contro l’Isis. Hanno paura di farlo?

Chi ha paura di dire la verità e di insegnare le cose giuste non merita il nome di imam. Ci sono comunque delle persone che si autoproclamano imam e che trasmettono l’ideologia radicale perché non sono in grado di capire i principi fondamentali della loro fede. Conosco però diversi imam che parlano contro l’odio, incuranti se ciò possa piacere o meno a chi li ascolta. Chi non condanna la violenza perché ha paura dovrebbe lasciare il suo incarico a qualcuno in grado di svolgerlo in modo più dignitoso.

 

Quanto sono diffusi gli imam che hanno paura di prendere una posizione netta contro l’Isis?

A dire il vero non ne ho visti molti negli Usa. Se un imam predica l’odio e la violenza in una moschea, la maggioranza dei fedeli gli andrà a dire che quello che sta dicendo è sbagliato. A meno che ci sia un gruppo specifico che sceglie un determinato imam proprio perché predichi l’odio e la violenza.

 

In alcuni punti dello stesso Corano si parla della violenza in termini ambigui. Lei come fa a distinguere quale sia la fede autentica?

Per comprendere il Corano bisogna conoscere il contesto storico in cui è stato scritto, le ragioni della rivelazione e soprattutto occorre saperlo leggere in lingua araba. Senza questa conoscenza, chiunque può usarlo per finalità violente. Ma anche nello stesso Vangelo Gesù dice di essere venuto a portare la spada. Significa che Gesù invita i cristiani a prendere una spada e a uccidere gli altri? Occorre comprendere il contesto. Nel caso del Corano, per farlo bisogna imparare da chi lo ha studiato a lungo. I terroristi di Parigi invece hanno letto e interpretato il Corano da soli, e le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
21/11/2015 - Due pesi... (Giuseppe Crippa)

Usama Shami è la stessa persona che intervistata da Il Sussidiario il 16 settembre 2012 a proposito dei cristiani che scappavano dalla Siria ha detto testualmente: “I cristiani devono esprimere le loro opinioni e non scappare non appena succede qualcosa”. Gli avrei chiesto anche cosa pensa ora dei rifugiati siriani che vagano per l’Europa…