BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TERZA GUERRA MONDIALE?/ Obama, Erdogan, Putin e il califfo: giochi (molto) pericolosi

Pubblicazione:

Infopoto  Infopoto

Lo ritengo difficile. Teniamo conto che l’Isis ha compiuto dei grossi attentati in Turchia, prima a Suruç poi ad Ankara, che in totale hanno causato centinaia di vittime. Un conto è lasciare transitare foreign fighters e munizioni, ma non ritengo possibile che la Turchia si allei allo stato islamico. Ma soprattutto passare il Sarin allo stato islamico sarebbe visto come un atto di aggressione nei confronti dell’Europa. E Ankara ha bisogno dell’Europa dal punto di vista degli investimenti, della tecnologia e del mercato, soprattutto dopo che ha perso i mercati di Medio Oriente e Russia.

 

Per il ministro degli Esteri russo Lavrov, gli Stati Uniti non sono pronti a coordinarsi pienamente con la Russia. Perché?

Perché gli obiettivi sono differenti. Per gli Usa l’obiettivo esclusivo è combattere l’Isis, ma non per questo sono disposti ad allearsi con Assad. Per la Russia invece bisogna allearsi con Assad per combattere l’Isis. Gli Stati Uniti non possono tradire i sunniti che sono i loro alleati tradizionali, dall’Arabia Saudita al Qatar.

 

Siamo tornati alla guerra fredda?

La Russia intende riprendersi il ruolo di potenza regionale, e forse mondiale. Automaticamente si pone quindi in rotta di collisione sia con gli Stati Uniti sia con l’Europa. L’Europa del resto è molto divisa, perché ci sono Paesi come Svezia, Polonia e Romania che sono completamente contrari al ripristino dell’influenza russa.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
15/12/2015 - Isis rewind come il Genocidio in Rwanda? (VINCENZO DI TOLVE)

Isis rewind come il Genocidio in Rwanda? Paul Rusesabagina, nel 2005 ha ricevuto dal Presidente degli Stati Uniti George W. Bush la "medaglia Presidenziale per la Libertà", il riconoscimento civile più elevato negli USA. In pratica, Obama per non haver fatto un c** gli assegnano un Nobel e se potevano un Oscar e Rusebagina, ma ad un vero eroe, come visto dal film "Hotel Rwanda" il riconoscimento da George W. Bush per aver salvato 1268 persone. Per immobilismo ONU & UE, l'Isis sgozza in Afganistan, Irak, Siria, Libia e in Europa: insomma, aspettano che questi mostri arrivano al Pazzo di Vetro per sguzzarli? Pertanto al voto non fate come i Sinitri in Francia, altrimenti, fatti ammazzare! http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/12/15/los-angeles-scuole-chiuse-per-credibile-minaccia-terroristica/2306320/#disqus_thread

 
15/12/2015 - Peccato non è un film (claudia mazzola)

Finchè c'è guerra c'è speranza! Inteso?