BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DALLA GRECIA/ Le nuove "schizofrenie" targate Syriza

Pubblicazione:

Alexis Tsipras (Infophoto)  Alexis Tsipras (Infophoto)

Le solite "afasie" del governo, costretto a mantenere gli impegni pur sapendo che "non è d'accordo" con le politiche neo-liberiste europee. Ad esempio, lunedì è stato firmato l'accordo tra Atene e la società tedesca Fraport per la gestione per quaranta anni dei 14 aeroporti periferici, versando nelle casse statali 1,2 miliardi di euro. Il ministro dei Trasporti, all'atto della firma, ha dichiarato di "provare dolore" per questo accordo e, ribattendo a un parlamentare dell'opposizione,  ha addossato la responsabilità al precedente governo Samaras: "Tutti sanno che l'accordo è un vostra iniziativa, e la cessione degli aeroporti del Paese è un vostra responsabilità". 

Sicuramente con lui avranno sofferto quasi tutti i parlamentari Syriza, i quali, nei mesi scorsi, si erano dichiarati contrari a questa privatizzazione. Il fatto strano è che questa cessione non era prevista dall'accordo di luglio, ma era contenuta in quelle 47 pagine redatte dal governo Tsipras e presentate ai  creditori. Era cioè una proposta ellenica.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.