BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CHEMIOTERAPIA/ Aveva sospeso le cure per non abortire la figlia. La bambina non ce l'ha fatta

Pubblicazione:

Immagine di archivio  Immagine di archivio

Non ce l'ha fatta la piccola Ally Louise, nata lo scorso 11 dicembre con parto cesareo dodici settimane prima del tempo previsto. La storia aveva fatto il giro del mondo. La madre, una poliziotta inglese di 32 anni già con due figli, aveva scoperto di essere malata di tumore al seno dopo essere rimasta incinta del terzo figlio. I dottori avevano consigliato l'aborto immediato per permetterle le cure necessarie a base di chemioterapia, ma lei aveva rifiutato sia l'aborto che le cure. Aveva deciso di non curarsi fino a quando la bambina non fosse nata. Era stato poi deciso di farla nascere con parto cesareo per non tardare ancora le cure, ma la piccola non ce l'ha fatta ed è vissuta solo una ventina di giorni. Heidi Loughlin ha comunicato il fatto sul suo blog spiegando l'immenso dolore che sta vivendo: "Ieri pomeriggio il nostro cuore si è spezzato in due perché abbiamo dovuto dirti addio". Qualcuno ha commentato il suo post, scrivendo: "Non ci sono parole per lenire il tuo dolore, ma adesso c'è un angelo in cielo che si prenderà cura di te".



© Riproduzione Riservata.