BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PROFUGO SIRIANO/ Vendeva penne per strada, adesso ha aperto tre attività per chi scappa dalla Siria

Pubblicazione:

La foto che ha fatto il giro del mondo  La foto che ha fatto il giro del mondo

La foto di un profugo siriano che vendeva penne per le strade di Beirut tenendo in braccio il figlio di pochi anni aveva fatto il giro del mondo grazie a un tweet di un giornalista. Era l'immagine della disperazione e della solitudine di tutti coloro che fuggono dalla Siria in guerra e devono raccogliere qualche centesimo per strada per far sopravvivere i propri figli. Per quell'uomo, Abdul Halim al-Attar, le cose sono cambiate. La foto infatti aveva così commosso il mondo che era partita immediatamente una campagna di raccolta fondi per aiutarlo. E pensare che lui non sapeva neanche di essere stato fotografato. Dopo tre mesi erano stati raccolti 188.685 dollari, quaranta volte di più dell'obbiettivo iniziale. Con quei soldi al-Attar ha detto che voleva non solo aiutare la sua famiglia, ma tutti i profughi come lui. Ha infatti usato la somma per aprire tre attività commerciali a Beirut che adesso danno lavoro ad altri sedici profughi siriani: una panetteria, un negozio di kebab e un ristorante. Ha poi usato altri 25mila dollari di quella somma per donarli a parenti e amici che vivono ancora in Siria. "Non è cambiata solo la mia vita, ma anche quella dei miei figli e di gente che vive in Siria" ha detto in una intervista.



© Riproduzione Riservata.