BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ELEZIONI IN FRANCIA/ Hollande bombarda l'Isis, Marine Le Pen gli "ruba" i voti

Pubblicazione:

Marine Le Pen (Infophoto)  Marine Le Pen (Infophoto)

Un altro elemento che potrebbe giocare in favore dei socialisti è il meeting sull'ambiente, il Cop21, tenutosi a Parigi pochi giorni prima delle elezioni, e che potrebbe portare a un sostegno da parte dei movimenti ecologisti, soprattutto al secondo turno.

I problemi relativi alla sicurezza e all'immigrazione possono rappresentare un buon elemento di propaganda elettorale per il Fronte e forse per questo Le Monde, in un articolo di pochi giorni fa, ha iniziato l'elenco di otto promesse elettorali cui non credere, con quella di Marine Le Pen di intervenire, se eletta, sull'immigrazione. LeMonde sottolinea, infatti, che le regioni hanno scarsi poteri sulla questione, così come sui problemi della sicurezza. La scarsa devoluzione di poteri alle regioni è, peraltro, una delle critiche fatte alla riforma, insieme all' aver unito territori disomogenei e, a volte, con interessi contrastanti.

In effetti, la nuova struttura delle regioni è un possibile elemento di disaffezione per una parte degli elettori, che si trovano a votare per un'entità inusitata e che, per di più, entrerà in vigore solo dall'inizio del prossimo anno. Questo fatto ha portato alcuni commentatori, soprattutto preoccupati dei sondaggi favorevoli al Front National, a ritenerli più inattendibili del solito e i giochi rimangono decisamente aperti, come scrive L'Express.

Gli exit polls alla chiusura dei seggi (alle 20.00 di domenica) indicano invece una sostanziale attendibilità dei sondaggi, con il Front National che a livello nazionale ha ottenuto più voti dei due maggiori concorrenti ed è in testa in sei regioni. Le due Le Pen avrebbero superato il 40% dei voti nelle loro due regioni e un altro dirigente del Fronte, Florian Philippot, avrebbe raggiunto risultati di poco inferiori in Alsace-Lorraine-Champagne-Ardenne.

Sondaggi a parte, L'Express ha ragione nel dire che i giochi sono ancora aperti, vista la possibilità di ribaltamenti nel secondo turno, ma il successo del Front National, la frenata dei Républicains e la discesa dei socialisti restano, con future prevedibili conseguenze anche sulla politica nazionale.  



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.