BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CAOS GRECIA/ Deliolanes: ecco perché Tsipras non sarà un "bluff" come Renzi

Pubblicazione:martedì 10 febbraio 2015 - Ultimo aggiornamento:martedì 10 febbraio 2015, 14.29

Alexis Tsipras Alexis Tsipras

È una carta estrema e clamorosa, ed è molto difficile che sia calata sul tavolo. Sicuramente si troveranno soluzioni soddisfacenti all’interno dell’ambito europeo e Atene non avrà bisogno di allearsi con Mosca. Ma se proprio la situazione dovesse sfuggire di mano, la stragrande maggioranza della popolazione greca vedrebbe questa ipotesi con grande favore. Facciamo parte dell’Alleanza Atlantica, ma questo non ci serve assolutamente a nulla, in quanto la Nato non ci difende da chi ci minaccia veramente, cioè la Turchia.

 

In che senso la Turchia minaccia la Grecia?

La Turchia avanza rivendicazioni territoriali contro la Grecia sull’Egeo. Occupa inoltre un terzo di Cipro, che è molto legata alla Grecia dal punto di vista culturale e nazionale. Ma soprattutto ha un atteggiamento aggressivo e minaccioso nei confronti di tutti i suoi vicini. Ankara non riconosce il diritto internazionale, ignora volutamente le risoluzioni del Consiglio di Sicurezza dell’Onu e il suo ministro degli Esteri Ahmet Davutoglu è giunto a teorizzare la restaurazione dell’Impero Ottomano.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.