BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

STRAGE IN FAMIGLIA/ Uccide padre, madre e sorella perché i genitori gli hanno proibito il computer

Pubblicazione:lunedì 16 febbraio 2015

Jason Hendrix, l'autore della strage Jason Hendrix, l'autore della strage

Un bravo ragazzo, attivo nella locale comunità parrocchiale, un figlio come lo vorrebbero tanti genitori. Che per un futile e banale motivo si è rivelato invece assassino spietato. E' il ritratto di Jason Hendrix, 16 anni, come si sta rivelando dopo le indagini. Il giovane è rimasto ucciso in uno scontro con la polizia dopo che era andato a scontrarsi con la sua vettura con un'altra macchina. Aveva reagito a colpi di arma da fuoco all'intervento della polizia. L'episodio, accaduto nei giorni scorsi nello stato del Maryland, ha portato all'identificazione del giovane, che a sua volta ha portato alla scoperta di un crimine orrendo. Scoperta la sua identità infatti le autorità sono andate a casa sua, nello stato del Kentucky, a centinaia di chilometri di distanza. Entrati a casa si sono trovati davanti a una strage: padre, madre e la sorellina erano stati massacrati a colpi di pistola in testa. C'è voluto poco a capire che l'autore della strage era lo stesso ragazzino ucciso in Maryland così come a scoprire il motivo della strage stessa. Il ragazzo, come hanno raccontato amici e vicini, era furioso perché da alcuni giorni i genitori gli avevano vietato l'accesso al suo computer. La sera stessa della stage il giovane si era recato in parrocchia dove aveva incontrato i suoi amici i quali hanno detto che si era comportato normalmente, senza dare alcun segno della follia che lo aveva colpito. Poi era fuggito in macchina. 



© Riproduzione Riservata.