BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

GUERRA IN UCRAINA?/ Caracciolo: se ci fosse un patto segreto Merkel-Obama?

Barack Obama e Angela Merkel (Infophoto)Barack Obama e Angela Merkel (Infophoto)

Possono giocare sul fatto che con un accordo di cessate il fuoco si potrebbe evitare la fornitura di armamenti americani all’Ucraina. Ci potrebbe essere cioè un gioco delle parti tra americani ed europei. Washington fa balenare l’ipotesi di armare ulteriormente gli ucraini, e dall’altra gli europei portano avanti il negoziato.

 

Secondo lei che cosa accadrà a questo punto?

Possiamo fare l’ipotesi ottimistica, ma non del tutto infondata, che questi negoziati possano portare a un cessate il fuoco che congeli il conflitto, con un’eventuale immissione sul terreno di caschi blu dell’Onu. Questa sarebbe la soluzione ottimale in vista di un negoziato più sostanziale e di lungo periodo.

 

Su quali basi è possibile un accordo duraturo tra le parti in causa?

Va previsto uno scambio fra l’integrità territoriale dell’Ucraina, esclusa la Crimea che va alla Russia, e la creazione di una regione autonoma nella parte orientale del Paese. Ma soprattutto si dovrebbe stabilire che l’Ucraina resterà neutrale e che quindi non dovrà far parte della Nato. Questo è un punto delicato, difficile da rendere permanente dal momento che si tratta di una scelta politica revocabile, ma è una concessione molto importante da parte dell’Occidente.

 

Questa è quella che lei ha definito “l’ipotesi ottimistica”. E quella pessimistica?

In questo caso i rischi di un’estensione del conflitto e di un collasso del regime di Kiev non sono del tutto da escludere.

 

Con quali conseguenze?

Lo spazio ucraino diventerebbe una terra di nessuno, attraversata da gruppi armati, con una condizione di permanente instabilità al confine tra Ue e Russia, ma soprattutto tra Nato e Russia. Ciò sarebbe evidentemente un disastro dal punto di vista umanitario, della nostra sicurezza, nonché dell’economia e degli approvvigionamenti energetici.

 

Perché a Mosca ci vanno Hollande e la Merkel e non la Mogherini?

Che domanda! Evidentemente perché Hollande e la Merkel sono i capi di Francia e Germania, mentre la Mogherini è il capo solo di se stessa.

 

Il fatto che sia Alto rappresentante Ue non conta nulla?

Il suo ruolo è pura apparenza, non sostanza. Nessuno pensa di affidare alla Mogherini le scelte di Stati europei quali Francia, Germania, Regno Unito o Lussemburgo.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.