BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

STATO ISLAMICO/ Nimrud: i miliziani di Isis radono al suolo la città degli Assiri

Nuova follia dei miliziani di Isis che hanno raso al suolo i resti archeologici dell'antica città assira di Ninive, in quanto offesa per la religione islamica, ecco di cosa si tratta

Immagine di archivioImmagine di archivio

Nuovo disastro archeologico da parte dei miliziani di Isis, dopo la distruzione di molte statue del museo di Mosul. Adesso i folli dell'Islam hanno raso al suolo una delle più antiche e importanti documentazioni della storia, i resti della città assira di Nimrud, sempre nelle vicinanze di Mosul. Queste devastazioni archeologiche erano state annunciate da tempo, in quanto si tratta di offese all'Islam. Si ricorderà di quando i talebani afgani fecero lo stesso con altre storiche documentazioni. Nimrud, citata anche nella Bibbia con il nome di Calah, è l'antica Ninive fondata nel 1274 avanti Cristo dal re Shalmanaser e diventata poi capitale dell'impero assiro ai tempi di Assurbanipal II (883-859 avanti Cristo) con una popolazione di circa 100mila persone. Venne scoperta nel 1845 e dal 1949 agli anni settanta furono fatte significative scoperte archeologiche come i resti del palazzo reale. 

© Riproduzione Riservata.