BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DIARIO ARGENTINA/ "La mia denuncia sul narcotraffico ignorata dal Governo"

Pubblicazione:domenica 12 aprile 2015

Jorge Rodriguez Jorge Rodriguez

Estrada viene catturato in Paraguay estradato e processato, ma assolto per la strage e, nonostante le pesanti accuse di narcotraffico, condannato a soli 10 anni di carcere. Dalla sua cella nella prigione di Villa Devoto ha continuato a operare indisturbato ed è stato rimesso in libertà. Attualmente vive in una megavilla del quartiere di Ezeiza.

 

Fin qui il racconto di Rodriguez, che successivamente si unisce al movimento di Vera mettendogli a disposizione la sua documentazione, che viene trasmessa al Papa. Bergoglio si stupisce che un caso così eclatante sia stato di fatto insabbiato dalle autorità, ma la conferenza stampa fa esplodere la faccenda a livello mediatico, con gran soddisfazione di Francesco che, in una telefonata a Gustavo, commenta come "bisogna reagire con forza contro un'organizzazione che sfrutta e corrompe i giovani, i poveri e le persone fragili con il cinico commercio della droga". Aggiunge Vera: "Colpisce il silenzio e la fattiva complicità delle autorità, in primo luogo dell'ex ministro Carré e dei suoi collaboratori, tra i quali mi sorprende la presenza di una cittadina inglese, Natalia Feldman, responsabile dell'area dei diritti umani del Ministero e con alte funzioni operative. È nipote del giornalista Horacio Verbitsky (autore di diversi testi sui desaparecidos ed ex appartenente al gruppo politico Montonero, ndr), nonché figlia dell'ex responsabile dell'ufficio stampa dell'Ambasciata inglese per 20 anni. Non ha mai accettato la cittadinanza argentina e la legge proibisce a cittadini stranieri di occupare incarichi governativi, a meno di un apposito decreto. Cosa ci faccia lì con un simile curriculum non si capisce, a meno di interpretare l'inazione delle autorità sul tema narcotraffico come un qualcosa di simile all'ingerenza inglese nel traffico di oppio in Cina di due secoli fa che la portò a dominare economicamente il Paese asiatico".

 

(Arturo Illia)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.