BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ISIS/ Foreign fighters, la "conversione" 2.0 di chi odia l'occidente

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Immagine dal web  Immagine dal web

Si tratta di ragazzi che avevano già militato in alcuni gruppi estremistici in Italia ma anche di giovani di cui le forze di polizia non avevano mai sentito parlare e che conducevano quella che potremmo definire "una vita normale". E' questa la risultante di una sorta di "conversione 2.0", fatta di un sapiente indottrinamento con tecniche pervasive e rapide che nascono e si sviluppano in rete e sui social media. E così i "futuri miliziani" si trovano in poco tempo a passare dalla realtà virtuale ai campi di addestramento fino ai teatri di guerra.

E' questo lo schema di reclutamento dell'Isis che oggi si presenta, dunque, come una struttura ben radicata in alcuni territori tra cui parte dell'Iraq, della Siria e in alcune città e villaggi libici — grazie anche ad una serie di alleanze che è riuscita a stringere con gruppi estremistici locali — con un esercito di foreign figthers sempre più numeroso e con una notevole capacità attrattiva, specie nei confronti dei più giovani. Una ricetta senza ombra di dubbio micidiale, che richiede risposte complesse, articolate e decise, sia negli scenari reali sia nella "realtà virtuale".



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.