BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

EUTANASIA/ Olanda, il 52% dei medici pronti a uccidere i malati di demenza

Più della metà dei medici specializzati in eutanasia in Olanda si dice pronta a lasciar morire coloro che non sono in grado di esprimere alcuna volontà per via dello stato mentale

Immagine di archivio Immagine di archivio

Un sondaggio shock quello effettuato in Olanda dove la legge sull'eutanasia è attiva ormai da molti anni. La VUmc Free University di Amsterdam ha effettuato lo scorso anno un sondaggio, i cui dati sono stati resi noti solo nei giorni scorsi, con i medici specializzati in eutanasia da cui risulta che più della maggioranza, il 52%, di loro è favorevole a lasciar morire i malati di demenza. Si tratta dei medici che vengono chiamati dai dottori di famiglia qualora si chieda l'eutanasia per un membro della famiglia per la procedura stessa di eutanasia, specializzati  nel dare consigli sui "benefici" che un malato ottiene con la cosiddetta morte dolce oltre a praticarla. Hanno preso parte al sondaggio in 547, l'82% di questa categoria medica. Di questi il 4% ha dichiarato di aver approvato la procedura di eutanasia per una persona che non era in grado di esprimersi al proposito a causa di uno stato avanzato di demenza. Il 52% invece ha detto che approverebbe l'eutanasia in casi analoghi, ma solo se il paziente avesse in precedenza detto di voler essere ucciso anche solamente a parole. L'11% dei medici ha poi dichiarato di aver approvato la procedura di eutanasia per persone che erano semplicemente "stanche di vivere" senza avere una malattia terminale che causi "sofferenze insopportabili" come prevede la legge. Il 32% si dice pronto a fare lo stesso.

© Riproduzione Riservata.