BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CRISTIANI PERSEGUITATI/ Il giurista: l'appello del Papa è una via praticabile, ecco perché

Papa Francesco Papa Francesco

Per quanto riguarda Siria e Iraq, dall’inizio del controllo dell’Isis, c’è stato un immobilismo delle Nazioni Unite. Abbiamo assistito a una mancata volontà di intervenire, perché si pensava di mettere in discussione anche poteri o sfere d’influenza consolidate. Oggi ci si accorge che invece era forse necessario già prima bloccare il Califfato.

 

In che modo è possibile intervenire?

Come ha ricordato Papa Francesco, sarebbe importante intervenire sul traffico di armi. Nei territori in cui i cristiani sono uccisi c’è un arrivo continuo di armi e quindi da qualche parte queste armi provengono. In secondo luogo chi controlla i territori vende materie prime come il petrolio. Già bloccare questi due canali potrebbe servire a garantire una stabilità o un tentativo di stabilità.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.