BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

STATO ISLAMICO/ Tikrit: trovate fosse comuni, quasi duemila soldati iracheni uccisi a sangue freddo

Sono state individuate una ventina di fosse comuni dove i miliziani dell'Isis avevano gettato i corpi dei soldati iracheni fatti prigionieri lo scorso giugno, ecco di cosa si tratta

Immagine di archivio Immagine di archivio

Nella Tikrit liberata dopo quasi un anno di occupazione da parte dei miliziani di Isis, cominciano a spuntare i segni di quanto compiuto dai fondamentalisti islamici. Si stanno infatti rinvenendo decine di fosse comuni, sarebbero almeno dodici, dove dentro si trovano i resti dei soldati iracheni uccisi lo scorso giugno quando la città venne occupata. Al momento sono stati trovati venti corpi ma si parla di quasi duemila vittime. I miliziani di Isis in passato si erano vantati della strage, le vittime sarebbero state uccise nel campo Speicher dove venivano radunati i soldati iracheni fatti prigionieri. Il massacro risalirebbe allo scorso 12 giugno, secondo fonti di Human Right Watch i prigionieri erano mille di cui ottocento uccisi a sangue freddo. Le fosse comuni si trovano dentro all'ex palazzo presidenziale di Saddam Hussein che era originario di Tikrit.

© Riproduzione Riservata.