BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

JOHNNY DEPP/ Il governo australiano: uccideremo i cani dell'attore se non li porta via

I due cani dell'attore Johnny Depp rischiano di subire l'eutanasia se non li riporterà subito in America. L'attore avrebbe infranto la legge australiana sugli animali

Foto InfoPhotoFoto InfoPhoto

Due Yorkshire, i cani dell'attore Johnny Depp, rischiano di essere uccisi se non verranno riportati immediatamente indietro negli Stati Uniti. Lo ha dichiarato il ministro dell'agricoltura australiano dopo che il noto attore hollywoodiano si è presentato in Australia nelle scorse settimane senza dichiarare che aveva con sé due cani. Sabato prossimo i due animali subiranno l'eutanasia, è l'ordine diramato, a meno che Depp non se li riporti via. L'attore si trova nel Queensland a filmare il quinto episodio della saga dei Pirati dei Caraibi da circa un mese e con sé ha portato i due cani, ma per la legge australiana è colpevole di non aver rispettato la quarantena prevista per ogni animale che arrivi dall'estero. "Solo perché si chiama Johnny Depp non significa che è esente dalle leggi australiane" ha detto il ministro. La quarantena prevista dalla legge è di dieci giorni di durata, ma adesso, ha spiegato il ministro, è troppo tardi per farvi ricorso.

© Riproduzione Riservata.