BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MIRACLE BABY/ Dichiarata morta da sette settimane, mette al mondo un figlio

Pubblicazione:

Immagine di archivio  Immagine di archivio

Alla ventiduesima settimana di gravidanza Karla Perez, una donna di 22 anni del Nebraska, viene colpita da emorragia cerebrale dopo che si era lamentata di avere un fortissimo mal di testa. Inizialmente si pensa a un infarto, ma si scopre che ha avuto una emorragia intracranica e viene dichiarata cerebralmente morta. I familiari della donna chiedono ai medici di tenerla in vita nella speranza possa portare a termine la gravidanza: a 22 settimane infatti il neonato non sarebbe sopravvissuto fuori del grembo materno. Per 54 giorni uno staff composto da cento persone si alterna per mantenere in vita il feto in modo da permettergli di crescere. Adesso è nato un bimbo. E' la prima volta dal 1999 che una donna cerebralmente morta dà alla luce un figlio. C'è voluto un parto cesareo: due giorni dopo Karla è morta. La donna aveva sofferto sin da ragazza di artrite reumatoide, un tipo di malattia che sconsiglia di rimanere incinte. Il piccolo, chiamato Angel, sta bene anche se dovrà rimanere circa un mese in ospedale. La protagonista di questa incredibile storia ha anche donato il fegato, i reni e il cuore, permettendo così di salvare altre tre vite umane onte a quella di suo figlio.



© Riproduzione Riservata.