BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

FECONDAZIONE SURROGATA/ Madre biologica obbligata a dare il figlio a una coppia gay

Una corte inglese ha ordinato che una madre biologica consegni il figlio a una coppia gay tra cui il padre biologico nonostante la rottura del cotnratto di affidamento

Immagine di archivio Immagine di archivio

L'accordo che una donna inglese aveva stretto con una coppia gay per far nascere tramite fecondazione surrogata un figlio non è andato in porto dopo la nascita del bambino stesso. Per motivi non chiari, la coppia non doveva più prendere con sé il bambino, ma rimanere alla madre biologica. E' stato così per quindici mesi fino a quando il caso è finito in tribunale e il giudice ha sentenziato che il figlio sia dato alla coppia gay e che la madre non abbia diritto di tenerlo più con sé. Il motivo? La donna sarebbe omofobica. Il giudice ha infatti deciso che la donna aveva cercato di infangare con calunnie varie il padre biologico. Non solo: secondo quanto ricostruiscono oggi i media inglesi alla donna non è stato concesso esporre la sua versione dei fatti durante il processo. Nelle motivazioni che costituiscono la sentenza anche alcune davvero incredibili: la donna è accusata di aver allattato al seno il figlio cosa che avrebbe creato frustrazione nel padre dando vita a un rapporto non idoneo tra figlio e padre. Infine la chicca: il giudice ha ordinato che la donna non possa esprimere alcun parere sul caso in questione. Se lo farà, verrà condannata. 

© Riproduzione Riservata.