BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ELEZIONI UK/ La Scozia "rovina" la festa a Cameron

David Cameron (Infophoto) David Cameron (Infophoto)

Un voto, quello scozzese, estremamente significativo. Pochi mesi fa si era tenuto, come noto, un referendum per ottenere  l'indipendenza che Londra aveva stoppato con le buone e con le cattive, con gli appelli accorati all'unione e all'attaccamento alla Corona e con minacce più o meno esplicite di catastrofi economiche di una Scozia priva della sterlina. Sotto una nuova guida, quella della pasionaria Nicola Sturgeon che ha preso il posto di un Alex Salmond bollito, lo Scottish National Party ha rialzato la testa, e gli scozzesi hanno dato un inequivocabile segnale di non voler essere ancora una volta menati per il naso da Londra, e dalle sue gentili concessioni. I Laburisti si erano spesi moltissimo per fermare il processo autonomistico in una terra che da sempre li aveva sostenuti generosamente, ed ora ne pagano le conseguenze. 

Ma anche Cameron non ha di che gioire troppo di questa situazione, sulla quale nemmeno il nazionalismo da tabloid e la nascita della royal baby hanno potuto incidere. Si prospettano anni interessanti, in Britannia. 

© Riproduzione Riservata.