BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

MATRIMONI GAY/ Stati Uniti, la Corte Suprema li riconosce in tutta la Nazione

Da oggi tutti gli stati della federazione americana devono rendere legali i matrimoni gay, lo ha deciso la Corte suprema con una sentenza storica ecco di cosa si tratta

Immagine di archivioImmagine di archivio

Sentenza storica: da oggi i matrimoni gay sono legali e riconosciuti in tutti gli Stati Uniti. Lo ha deciso la Corte suprema dichiarando incostituzionali i divieti che ancora esistono in alcuni stati. Hanno votato sì cinque giudici e no in quattro. In base al Quattordicesimo emendamento della Costituzione che riconosce l'uguaglianza di tutti i cittadini davanti alla legge nessuno stato può rifiutarsi di permettere i matrimoni tra persone dello stesso sesso e vanno riconosciuti anche i matrimoni celebrati fuori dei confini. Al momento erano 37 gli stati che avevano già riconosciuto i matrimoni gay che era già riconosciuto anche dal governo federale. In altri 13 stati invece era vietato. 

© Riproduzione Riservata.