BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

BANDIERA CONFEDERATA/ Walmart: no alla torta con il simbolo sudista, sì a quella dell'Isis

Dopo la strage di Charleston la bandiera degli stati confederati del tempo della Guerra civile americana è stata vietata, ma a quanto pare quella dello stato islamico no

Immagine da Internet Immagine da Internet

Dopo la strage nella chiesa americana di Charleston, in America è esplosa una campagna per l'abolizione di ogni simbolo razzista. Nel mirino è soprattutto la bandiera confederata, quella degli stati del sud che combatterono contro quelli del nord durante la Guerra civile. Una bandiera che fino a oggi è stata esposta insieme a quella della Federazione in quasi tutti i palazzi del governo degli stati del sud così come nelle abitazioni e anche ai concerti dei gruppi rock provenienti da quegli stati. Un simbolo culturale di appartenenza, ma che adesso viene indicato come simbolo del razzismo contro gli afro americani. E' stata infatti ritirata dai palazzi governativi e ne è stata vietata la vendita. Un abitante della Louisiana ha voluto allora testare le nuove disposizioni. Ha chiesto a un negozio della nota catena americana di supermercati, Walmart, una torta con sopra la bandiera confederata: il supermercato gli ha risposto che si rifiutava di farla. Il giorno dopo ha allora chiesto una torta con il simbolo dell'Isis, la bandiera dello stato islamico. Ebbene, Walmart non ha trovato niente da ridire e ha confezionato una bella torta con il simbolo del terrorismo assassino islamico. Ecco come si è scusata la direzione del supermercato: "Il negozio a noi associato che ha prodotto la torta con la bandiera dell'Isis non era a conoscenza del significato di quel simbolo".

© Riproduzione Riservata.