BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

DIETRO IL TERRORISMO/ Isis, una strategia diversa dall'11 settembre

InfophotoInfophoto

Pensi per esempio che l’Isis vende ogni giorno petrolio per il valore di un milione di dollari. Evidentemente a comprarlo sono una parte dei 30 Stati che fanno parte della coalizione anti-Califfato. I Paesi del Medio Oriente stanno aspettando di vedere come evolve l’espansione militare dell’Isis, sperando che danneggi i propri nemici. In questa diaspora di posizioni così diverse e confliggenti, l’unico che ha un disegno coerente è Al-Baghdadi, e non stupisce che per il momento sia il vero vincitore.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.