BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

MORTE MULLAH OMAR/ Biloslavo: non è morto né oggi né ieri, ma nel 2013...

Il Mullah Omar Il Mullah Omar

Sì. Era sempre il mullah Omar a diffondere messaggi audio e a incitare la guerra santa. Di fatto finora i talebani hanno continuato a essere una spina nel fianco del governo di Kabul e delle truppe che lo hanno sostenuto, compresi gli stessi italiani, per un totale di 54 morti e 600 feriti. Il Mullah Omar ha avuto un ruolo non indifferente nella storia dell’Afghanistan, e della Jihad in generale, e rimarrà nella leggenda con questo alone di mistero anche sulla sua morte.

 

Quanto c’è di vero e che cosa potrebbe esserci dietro la notizia del suo decesso?

Adesso anche gli americani hanno cominciato a confermarla. La notizia deriva da un’intervista, uscita oggi sul New York Times, al portavoce dei servizi segreti afghani. Non si tratta di un annuncio completamente nuovo, nel senso che l’avevano già ripreso i media pakistani facendo riferimento a un ex ministro afghano senza citarlo. Quest’ultimo aveva fornito ulteriori dettagli, affermando che sarebbe morto di tubercolosi.

 

Lei che idea si è fatto?

Bisogna vedere se sia deceduto di malattia, anche perché ci sono altre voci che invece dicono che sia stato ucciso dal suo braccio destro sempre nel 2013, proprio per contrasti sulla linea negoziale con il governo di Kabul. Mentre è abbastanza chiaro che Bin Laden sia stato ucciso da un raid degli americani, per il mullah Omar ci sarà una parte ancora tutta da scrivere.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.