BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

GEOPOLITICA/ I nuovi "guai" creati da Obama

Barack Obama (Infophoto) Barack Obama (Infophoto)

La prospettiva di uno scontro diretto tra Cina e Giappone preoccupa vivamente gli Stati della regione, e non solo, che vedono dietro le iniziative di Tokyo il sostegno statunitense. Il Giappone è l'unico grande alleato degli Usa che non ha aderito al progetto cinese di nuova banca di sviluppo per il Pacifico, iniziativa contrapposta al Ttp sostenuto da Obama.

Per quanto riguarda infine la questione ucraina, il recente esplicito riconoscimento di Obama del ruolo positivo di Putin nelle trattative con l'Iran potrebbe far pensare a una possibilità di accordo tra Usa e Russia su questa tragica vicenda. Forse Obama si sta rendendo conto che, nel panorama descritto, continuare a spingere la Russia al fianco della Cina è un'operazione sconsiderata. Sarebbe paradossale, però, che un accordo tra i due passasse sopra la testa di un'Unione europea intenta a guardarsi l'ombelico.

© Riproduzione Riservata.