BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CASO ASHLEY MADISON/ Il sito per incontri hackerato: almeno due suicidi

Ricompensa di 500mila euro per chi offre informazioni sugli hacker che hanno rubato i dati degli utenti del sito canadese per incontri extra matrimoniali, due persone si sono suicidate

Immagine di archivio Immagine di archivio

Sarebbero due al moment le persone che si sono uccise dopo che sconosciuti hanno hackerato il sito canadese per incontri extra matrimoniali Ashley Madison, mettendo in pubblico nomi, indirizzi, messaggi e quant’altro di milioni di persone. Due persone che si sono uccise per la vergogna e per aver visto le proprie scappatelle messe in pubblico, lette anche dai familiari. Si tinge di giallo la vicenda del noto sito canadese frequentato da utenti di tutto il mondo e che ha come motto: “La vita è troppo corta per non avere una relazione (extraconiugale, sottinteso)”. I proprietari del sito, le società di Avid Dating life e Avid Life Media, hanno promesso una ricompensa di 500mila dollari a chi fornirà informazioni sugli autori dell’hackeraggio, mentre si sta muovendo anche l’Fbi. Ma si stanno anche muovendo gli avvocati degli utenti  vogliono fare causa al sito, si parla di una richiesta complessiva di oltre 500 milioni di dollari di danni.

© Riproduzione Riservata.