BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

TRENO NAZISTA/ La conferma ufficiale: trovato il convoglio carico di oro. Le indagini col radar

Il governo polacco ha annunciato la conferma ufficiale del ritrovamento del convoglio nazista che secondo le leggende trasportava oro, ecco come si è arrivati a scoprirlo

Le gallerie costruite dai tedeschi, foto da Internet Le gallerie costruite dai tedeschi, foto da Internet

Il ministro della cultura polacco Piotr Zuchowski ha confermato che grazie a delle immagini radar è stato analizzato il treno nazista scoperto in un tunnel sotterraneo vicino Walbrzych. All'interno sono presenti soprattutto cannoni e artiglieria. "Non posso rivelare la posizione esatta, ma confermo che il ritrovamento c'è stato. Chiedo ai cittadini polacchi di non cercarlo perchè potrebbe essere carico di bombe ed esplosivi e quindi molto pericoloso. Il governo sta analizzando la scoperta e presto renderà noto ciò che è stato scoperto. Fino a quel momento chiediamo prudenza" ha detto il ministro. Secondo le leggende locali fra il 1943 e il 1945 i nazisti costrinsero i propri prigionieri a scavare lunghi tunnel ai confini della Polonia e in uno di questi si troverebbe il prezioso treno colmo a quanto pare di quadri d'arte e oggetti di valore.

Il governo polacco ha annunciato oggi in una conferenza stampa che il treno nazista che si reputa trasportasse oro è stato davvero ritrovato. La conferma giunge quindi una settimana dopo le speculazioni che erano apparse su vari siti e di cui aveva riferito il sussidiario.net. Un treno che si suppone trasportasse oro e altri tesori che nelle ultime settimane di guerra i tedeschi avevano cercato di far arrivare in Germania, salvo poi decidere di nasconderlo in tunnel costruiti in territorio polacco. Qui il treno e il suo carico misterioso sono rimasti nascosti per settant'anni. Ad annunciare la sua scoperta nelle gallerie nel zona della città di Walbrzych, nei pressi dei confini con la repubblica Ceca, un tedesco e un polacco che subito in cambio delle informazioni hanno chiesto una ricompensa pari al 10% di quello che si trova sul convoglio. Ma è tutto da stabilire cosa sia rimasto davvero sui vagoni. Secondo il governo polacco che ha esaminato scansioni geo-radar del convoglio, ci sarebbero soprattutto cannoni, armi e bombe, ma anche gioielleria e opere d'arte che come si sa i nazisti rubavano in tutta Europa. Il treno poi si pensa sia stato minato, per cui si è invitato alla massima cautela. Ai due scopritori il governo ha comunque promesso una ricompensa, non si sa di che valore. Ed ecco come i due cercatori di tesori hanno scoperto il convoglio che in questi decenni si era cercato a lungo ed era diventato una sorta di leggenda. Un uomo, si pensa una ex SS o un cittadino polacco impiegato nei lavori del tunnel, avrebbe fatto la confessione sul suo letto di morte, rivelando la locazione dei tunnel. Durante i decenni in cui la Polonia era governata dai comunisti, si fecero lunghe ricerche, ma non si riuscì mai a trovare la galleria in cui era nascosto il treno. Altre gallerie in quella zona sono state esplorate e parte di esse è anche aperta al pubblico. Ma nessuno era mai arrivato a quella giusta. Una storia questa degna di Indiana Jones.

© Riproduzione Riservata.