BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TRENO NAZISTA / Oltre 500 milioni di dollari di valore, una febbre dell'oro che arrivò anche in Italia

Pubblicazione:sabato 29 agosto 2015 - Ultimo aggiornamento:sabato 29 agosto 2015, 17.41

Le gallerie costruite dai tedeschi, foto da Internet Le gallerie costruite dai tedeschi, foto da Internet

TRENO NAZISTA, SI PARLA DI UN FAVOLOSO CARICO DA OLTRE 500 MILIONI DI DOLLARI. UNA FEBBRE DELL'ORO CHE ARRIVÒ ANCHE IN ITALIA – Il fantomatico treno fantasma nazista carico di oro e pietre preziose, è stato ritrovato in Polonia all’interno di un tunnel che genieri tedeschi avevano fatto costruire durante la seconda guerra mondiale allo scopo di difendersi dal possibile attacco da parte dell’esercito russo. Tunnel che poi venne fatto esplodere chiudendo l’ingresso verso il mondo esterno e così dando vita ad una sorta di febbre dell’oro che colpì cercatori, studiosi ed avventurieri. Una febbre che arrivò negli anni Settanta anche in Italia con diverse ricerche effettuate nella zona dell’Appennino Pesarese, ovviamente senza dare nessun risultato degno di nota anche perché il percorso che il treno intraprese sembra che fu tutt’altro; eppure il mito e il mistero per questo tesoro durò per tanti anni e avanzò in varie parti d'Italia non riuscendo mai a soddisfare la fame di mistero, fino ad oggi.

TRENO NAZISTA, SI PARLA DI UN FAVOLOSO CARICO DA OLTRE 500 MILIONI DI DOLLARI – Durante la seconda guerra mondiale, l’esercito nazista nel corso delle occupazioni di vari territori metteva in atto un vero e proprio saccheggio che diede vita ad un bottino che secondo le cronache dell’epoca dovrebbe aggirarsi intorno ai 500 milioni di dollari in oro, pietre preziose e quant’altro. Bottino che poi venne caricato su un treno diretto a Berlino. Tuttavia il treno non raggiunse mai la propria metà, facendo perdere nel nulla le proprie tracce tra i monti presenti nel confine tra la Repubblica Ceca e la Polonia, grosso modo all’altezza del piccolo centro di Walbrzych. Un treno che è diventato letteralmente leggenda, animando per oltre settant’anni le fantasie di cercatori di tesori e di spie di mezzo mondo fino allo scorso giovedì 27 agosto quando il vicesindaco di Walbrzych, ha annunciato al mondo, confermando le illazioni che da un mese rimbalzavano da più parti, il ritrovamento del mitico treno. Le autorità polacche consce di come la notizia possa aver rimesso in moto cacciatori di tesori di vario titolo, hanno provveduto a circostanziare la zona ed inoltre a lanciare un avvertimento a curiosi di stare lontano in quanto il treno potrebbe contenere ordigni bellici inesplosi.



© Riproduzione Riservata.