BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Canale di Suez / Inaugurato oggi il raddoppio di un tratto del canale. Sisi vuole fermare i terroristi

Oggi è stato inaugurato il raddoppio del Canale di Suez, in un tratto di 72 chilometri. Alla cerimonia hanno partecipato anche il premier russo Medvedev e il presidente Hollande 

al-Sisi (infophoto) al-Sisi (infophoto)

-Il presidente dell'Egitto al - Sisi ha parlato a margine dell'inaugurazione del nuovo tratto del canale di Suez. Il politico ha detto che spera che questa novità significhi un futuro più ricco per il suo paese e inoltre ha parlato dell'utilità del canale per contrastare il terrorismo islamico. "Come molte nazioni della zona stiamo combattendo contro i terroristi che non volevano neanche questo progetto. Noi l'abbiamo concluso a tempo di record. E sono sicuro che anche questo aiuterà a liberare l'Egitto dai problemi che l'hanno contraddistinto finora" ha detto Sisi. La costruzione sarebbe dovuta essere terminata in tre anni, ma sotto la leadership di Sisi gli operai ci hanno messo solo un anno. In molti si chiedono le reali necessità di tale opera e se non sia stata solo uno strumento di propaganda per il presidente egiziano.

Nonostante il giorno di festa per l'inaugurazione del nuovo tratto del Canale di Suez, non mancano le polemiche per la costruzione. Molti ecologisti sono preoccupati per il futuro della flora e della fauna del luogo e di quello che potrebbe significare per il Mediterraneo. La biologa marina Bella Galil ha detto che molti predatori potrebbero entrare nelle acque senza trovare nemici o parassiti. Finora già più di 400 specie sono arrivate nel Mediterraneo attraverso il canale di Suez cambiando di fatto i fondali del più grande mare europeo. Ad esempio meduse ancora più pericolose potrebbero arrivare facilmente nel mare, mettendo a rishcio la vita dei pesci presenti di solito. Un aspetto, quello della modifica dell'ambiente, che non è stato preso in considerazione durante la costruzione del nuovo tratto del Canale di Suez ma che potrebbe cambiare per sempre il Mediterraneo.

È stato inaugurato oggi il raddoppio di un tratto del Canale di Suez. L’inaugurazione è stata presieduta da Abdel Fattah al-Sisi, presidente dell’Egitto, che ha percorso il nuovo tratto a bordo dello yacht Mahroussa, una delle navi più antiche al mondo ancora operativa che ha attraversato il canale nel lontano 1869, l'imbarcazione è stata incrociata da un’altra proveniente dalla direzione opposta, in quel momento le sirene hanno cominciato a suonare celebrando così il momento storico. Per la cerimonia, che si è svolta a Ismailiya, sono convenuti numerosi leader mondiali, fra i quali il premier russo, Dmitri Medvedev, e il presidente francese, Francois Hollande, Pinotti, ministro della Difesa ha rappresentato l’Italia. L’avvio ufficiale è stato dato dal presidente egiziano con la firma dell’atto che permette il transito delle navi nel nuovo tratto, attestandone l’operatività. Alla firma del documento è iniziato uno spettacolo di aerei acrobatici e fuochi d’artificio. La colossale opera di raddoppio era già stata ipotizzata dai presidenti Mubarak e Morsi, ma è stato al-Sisi che ha dato impulso ai lavori che permetteranno di raddoppiare la circolazione delle navi su un tratto di 72 chilometri del Canale di Suez (lungo circa 193 chilometri). Grazie all’aumento della circolazione le entrate provenienti dal Canale dovrebbero arrivare a circa 10 miliardi di dollari l’anno, il doppio rispetto ai 5 miliardi di oggi. L’immenso lavoro, costato circa 14 miliardi di euro, permetterà anche il transito alle navi di nuova generazione che al momento sono costrette, invece, a circumnavigare il continente africano attraverso il Capo di Buona Speranza.

© Riproduzione Riservata.