BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

FEMEN / Video, a seno nudo alla conferenza islamica: picchiare le mogli è giusto?

Due appartenenti al moviento femminista Femen hanno fatto irruzione a una conferenza islamica nei pressi di Parigi urlando slogan per la liberazione della donna

Immagine di archivio Immagine di archivio

FEMEN VIDEO: A SENO NUDO ALLA CONFERENZA ISLAMICA: PICCHIARE LE MOGLI È GIUSTO? - Ha un po' fatto il giro del mondo in queste ore la notizia dell'ennesima irruzione del celebre gruppo post femminista "Femen": donne a seno nudo che entrano dovunque per protestare contro la violenza sulle donne, sotto ogni tipo di salsa si dovesse presentare. A pagarne le spese questa volta è stata una conferenza islamica che aveva la centro del dibattito proprio uno dei temi più spinosi del già controverso rapporto tra un certo tipo di islam e donne: giusto che le mogli siano picchiate o no? Evidentemente le Femen girls volevano dire la loro e nel consueto modo poco "ortodosso": ecco però il video della scena dove si vede subito l'irruzione e la conseguente cacciata dal palco in modi altrettanto molto poco ortodossi. Calci e pugni contro le due ragazze irriverenti e la polizia che evita il peggio con l'arresto delle Femen: tra tutti, le belle figure sono davvero pochissime, quasi zero. CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO

FEMEN A SENO NUDO ALLA CONFERENZA ISLAMICA: PICCHIARE LE MOGLI È GIUSTO? - Due attiviste del movimento Femen hanno fatto irruzione a una conferenza organizzata da alcuni musulmani francesi nei pressi di Parigi. Tema della conferenza era: è giusto che le mogli siano picchiate o no? Un tema evidentemente caro agli islamici più fondamentalisti, anche se il ruolo della donna in tutto l'Islam è ancora quello di essere inferiore e discriminato. Due donne vestite in abiti islamici a un certo punto se li sono tolti rimanendo a seno nudo: eran due attivisti del movimento Femen che sono salite sul palco e ai microfono hanno urlato slogan in francese e in arabo sulla libertà della donna e frasi tipo "io sono il mio stesso profeta". La reazione degli islamici secondo le testimonianze è stata oltremodo violenta: una ventina di persone le hanno afferrate prendendole a calci mentre qualcuno gridava di ucciderle. Fortunatamente è intervenuta la polizia che le ha arrestate e condotte via.