BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SWISSAIR/ Bambino autistico che piange: famiglia israeliana cacciata dall'aereo

Un bambino autistico di otto anni si sente male sull'aereo e il personale della compagnia aerea Swissair caccia l'intera famiglia, ecco l'incredibile episodio accaduto in Svizzera

Immagine di archivio Immagine di archivio

La compagnia aerea Swissair ha chiesto ufficialmente scusa precisando che sta cercando di capire cosa sia esattamente successo, ma intanto l'incredibile episodio si è consumato. Poco prima della partenza di un volo che da Zurigo doveva raggiungere Ginevra, una famiglia israeliana è stata fatta scendere dall'aereo. Il motivo? Uno deiloro figli, 8 anni di età e con problemi di autismo, non smetteva di piangere e disturbava gli altri passeggeri. Invece di chiedere alla famiglia se avesse bisogno di aiuto, il personale di bordo ha chiesto scusa ai passeggeri e ha ordinato alla famiglia di allontanarsi. La famiglia Zalmanovich si è trovata così per terra  con i loro bagagli, ed è stata costretta a prendere il primo treno possibile per raggiungere la meta. La Swissair resasi conto dell'incredibile comportamento dei suoi dipendenti, si è offerta di pagare il volo di ritorno a Tel Aviv ma la famiglia ha rifiutato e ha preso un volo della El Al, la compagnia di bandiera israeliana.  

© Riproduzione Riservata.