BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CAOS MIGRANTI/ Inoslav Besker: l'accoglienza dei croati nasce dalla fede cattolica

Infophoto Infophoto

Il governo croato ha capito che non si poteva fermare il fiume dei migranti, e che anche mettendo un argine in un punto il flusso sarebbe entrato da qualche altra parte. In secondo luogo questa gente non intende fermarsi in Croazia, ma vuole soltanto attraversarla.

 

Come cambierebbe la politica della Croazia se a vincere le elezioni fosse la destra?

I governi, siano essi di destra o di sinistra, hanno un margine limitato per cambiare la politica interna. E’ un po’ come in Italia, dove con il passaggio da Berlusconi a Renzi molte cose sono rimaste uguali. E’ lo stesso che mi attendo possa accadere in Croazia.

 

Che cosa ne pensa della decisione della Slovenia di costruire una barriera al confine con la Croazia?

La Slovenia rappresenta la frontiera esterna della zona Schengen, mentre Croazia, Romania e Bulgaria non vi sono ancora entrate. E del resto la stessa Slovenia ha solo 2 milioni di abitanti, cioè la metà della popolazione croata. Dal punto di vista umano però è un atteggiamento che trovo incomprensibile, egoista e meschino.

 

E’ una decisione che rispecchia i sentimenti della popolazione slovena?

Non posso dire che l’intera popolazione slovena sarà altrettanto egoista, lo vedremo nelle prossime ore. Anche se va rilevato che un gruppo consistente di attivisti sloveni domenica sera sono arrivati al confine con la Croazia e hanno bloccato l’autostrada tra Zagabria e Bregana. Sono stati dunque i cittadini sloveni ad avere alzato l’asticella del confronto contro il loro stesso governo.

 

Quanto ha pesato l’appello del Papa ad accogliere i migranti sul comportamento della popolazione croata?

Ha pesato poco. Quanti hanno accolto i migranti, erano pronti a farlo già prima che il Papa intervenisse. Anche se la Chiesa croata, intesa non come clero ma come popolo di fedeli cui appartiene la grande maggioranza della popolazione, si comporta quasi sempre “come Dio comanda”. Non hanno bisogno che il Papa dica loro di essere uomini e di essere umani, i cristiani croati lo sono già.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
22/09/2015 - Caos Migranti (delfini paolo)

Gentile sig. Besker, "l'accoglienza dei croati nasce dalla Fede cattolica"... solo che quei cattivoni degli Ungheresi che chiudono giustamente le frontiere ai falsi profughi sono anch'essi cattolici, o no?