BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CAOS TUNISIA/ Boniver: la disoccupazione fornirà nuova "manodopera" all'Isis

Infophoto Infophoto

L’Ue può impegnarsi dal punto di vista del commercio, dello sviluppo economico del Paese, dei corsi di formazione, dei flussi regolati di giovani tunisini che possono venire a studiare e a lavorare in Europa. Su ciascuno di questi fronti potremmo fare molto di più di quanto si è fatto finora.

 

Perché la Tunisia attraversa questo travaglio mentre la vicina Algeria è uno dei Paesi più stabili dell’area?

E’ una differenza che ha a che fare con la buona leadership del presidente algerino Abdelaziz Bouteflika. Quest’ultimo si è rivelato un leader molto efficace e capace, perlomeno dal punto di vista della stabilità del Paese. A differenza di Egitto e Tunisia, in Algeria ci sono stati quasi 300mila morti nel corso della guerra civile tra 1991 e 2002, e quindi il Paese ha già pagato il suo tributo di sangue.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.