BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

FESTA DI ASHURA/ La ricorrenza islamica ispirata allo Yom Kippur degli ebrei comincia oggi

Comincia oggi la festa di Ashura celebrata nel mondo musulmano in particolare quello sciita, ideata dal profeta Maometto copiando lo Yom Kippur degli ebrei ecco di cosa si tratta

Immagine dal webImmagine dal web

Sono iniziate nel mondo islamico, particolarmente in quello sciita, le celebrazioni per la festività cosiddetta di Ashura, che si celebra il 10 del mese lunare di muharram, il primo mese del calendario islamico, il primo giorno del quale è considerato il capodanno musulmano, considerato uno dei quattro mesi sacri dell'anno. In questo mese, anticamente, era vietata ogni attività militare anche in caso di guerra. Se nel mondo arabo questa festa ha connotati luttuosi e soprattutto autopunitivi (si usa autoflagellarsi anche in modo violento e tagliarsi la pelle con coltelli, coinvolgendo anche i bambini piccoli) nell'ambiente  sunnita specialmente nell'Africa del nord ha invece una caratteristica gioiosa, quasi un carnevale. A istituire questa ricorrenza sarebbe stato lo stesso profeta Moaometto che indicò due gironi di digiuno prima che si pensasse al digiuno del Ramadan che dura invece un mese intero. Secondo la tradizione il profeta avrebbe copiato la festa ebraica dello Yom Kippur che si celebra proprio nello stesso periodo: avrebbe chiesto loro di cosa si trattava e gli avrebbero spiegato che si trattava di un momento di espiazione dei peccati. Secondo altre ricostruzioni essa ricorderebbe invece il martirio del nipote di Maometto, Hussein, uccisione che segnò la divisione secolare fra sciiti e sunniti che dura tutt'oggi. I riti di autoflagellazione sono molto sanguinari e negli anni recenti alcuni leader islamici hanno chiesto di vietarli, suggerendoo invece di fare donazioni di sangue agli ospedali. 

© Riproduzione Riservata.