BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ISLAM/ Il progetto "dimenticato" dei Fratelli musulmani per conquistare l'occidente

Pubblicazione:

La cattura di Salah Abdeslam, il 18 marzo 2016 a Bruxelles (LaPresse)  La cattura di Salah Abdeslam, il 18 marzo 2016 a Bruxelles (LaPresse)

Gli ultimi punti si concentrano invece sul problema palestinese, considerato come strumentale ad innalzare la temperatura ideologica dello scontro, fomentare l'antisemitismo senza quartiere e senza dialogo, affinché il movimento di liberazione della Palestina venga sfruttato in chiave jihadista anziché nazionale.

A quasi venticinque anni da quando queste "istruzioni di servizio" sono state redatte il bilancio è pauroso: mentre il problema palestinese, mercé anche le abilissime contromosse israeliane, si è notevolmente ridotto come impatto e importanza — basti pensare al fatto che l'Isis non ha finora portato un solo attacco contro Israele e che nessun partito emerso dalle "primavere arabe" e ispirato alla Fratellanza musulmana ha tirato fuori la questione palestinese — è l'infiltrazione nelle società occidentali il principale fronte di questa guerra di conquista. I media vengono sponsorizzati direttamente o indirettamente dai petrodollari delle monarchie salafite, così come i partiti politici "progressisti", Hillary Clinton prima fra tutte. L'immigrazione sta creando reti sempre più estese di islamisti che tutto sono tranne che "integrati" nelle società che li hanno accolti, anche nelle seconde e terze generazioni. Nei paesi europei che vengono follemente definiti come "più progrediti" interi quartieri sono sotto il controllo di polizie private che impongono la sharia. Leggi sulla cosiddetta "islamofobia" sono allo studio di parlamenti nazionali e di quello europeo. Non c'è alcun dubbio che questo documento del 1982 sia stato ampiamente aggiornato e circoli, di fatto, più pericoloso che mai fra i simpatizzanti e gli attivisti della Fratellanza musulmana immigrati nelle nazioni europee.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
25/10/2016 - Forse è vero (Luigi PATRINI)

Forse è vera la previsione e l'analisi fatta; d'altra parte Souad Sbai ha tanti elementi per scrivere ciò che scrive: lei stessa potrebbe essere un elemento moderato del puzzle che messer Satanasso sta orchestrando verso il "Nemico", come lo chiama Berlicche, capo dei dc (Diavoli Custodi!). Noi stessi non siamo che pedine da usare in questo scontro cosmico. Chissà, però, che non abbia ragione quel tal Paolo di Tarso che scrive, nelle sue lettere, delle sofferenze prodotte dalle doglie del parto di un mondo nuovo che sta venendo alla luce. Non sappiamo cosa accadrà e come avverrà; sappiamo solo chi alla fine vincerà; Uno che, in realtà, ha già vinto! L'Apocalisse scritta da Giovanni non riguarda il futuro, ma descrive ciò che sta accadendo ora, ciò che "sempre" sta accadendo ora. Ma ...non abbiate paura!